Aperti dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con orario continuato
  • petunia
  • petunia

Come prendersi cura delle Petunie

La petunia appartiene alla famiglia delle SOLANACEAE. È una pianta d’origine sud americana, nello specifico la cui altezza può arrivare fino a 60cm. È uno trai fiori primaverili più apprezzati per decorare balconi, terrazzi e giardini.Per i pregevoli e profumati fiori si presta molto bene anche per ornare giardini all'interno di bordure e aiuole. Le foglie sono ovali e di colore verde scuro, talvolta appiccicose. Fiori profumati a forma di imbuto, semplici o doppi dai colori piu' vari (crema, bianchi, azzurri, rosa, malva, ecc.), larghi dai 3 ai 12 cm. Vengono coltivate anche varieta' a fiore bicolore. Fiorisce in estate. Le molteplici varieta' ibride in commercio si possono classificare in vari gruppi in relazione alle loro caratteristiche principali: Varieta' con portamento compatto e altezza 20-25 cm. (Var. nana). - Varieta' con portamento pendulo (Var. pendula). - Varieta' a fiore semplice piuttosto piccolo (Var. multiflora). - Varieta' con fiori semplici grandi (Var. grandiflora). - Varieta' con fiori doppi (Var. flore-pleno).

Coloratissima e molto facile da coltivare, avrà una meravigliosa fioritura da maggio fino a primi di ottobre se seguirete dei piccoli consigli! Si tratta di una pianta che teme il freddo soprattutto al di sotto dei 15°per cui si consiglia di mettere a dimora in esterno a primavera inoltrata.

ESPOSIZIONE
La posizione ideale potrebbe essere un davanzale della finestra, un angolo del terrazzo/balcone. Le petunie infatti, crescono perfettamente in vaso, necessitano di abbastanza luce ma amano anche la mezz’ombra. Per collocarla, scegliete uno spazio che possa garantirle molta luce ma anche un po’ di ombra nel corso della giornata e a riparto dalle correnti ventose.

IRRIGAZIONE
Si bagna abbondantemente durante il periodo pIù caldo sia se è coltivata in piena terra sia in vaso, facendo attenzione a non asciugare troppo il substrato. Indicativamente, anche se non vi è una regola ben precisa, le piante in vaso si bagnano ogni 2/3 giorni nel periodo estivo. Occorre evitare i ristagni d'acqua che potrebbero causare dei marciumi.
Quando prepari i vasi assieme al terreno, non dimenticare di usare dell’argilla espansa per creare uno strato drenante sul fondo del vaso che permetterà una maggiore crescita della pianta evitando il rischio che marcisca.

Per quanto riguarda la scelta del vaso, ti consigliamo di sceglierne uno fondo e capiente: perfetta la forma ovale, tondeggiante.

SUBSTRATO
Qualsiasi purché' fertile molto sciolto e permeabile; rifugge il ristagno idrico.

Il trapianto viene effettuato in zolletta di terra in primavera (maggio- giugno). La distanza di piantagione è pari a 10-15 cm. Per ottenere buoni risultati si deve impiegare terriccio fertile leggero e possibilmente arricchito con sabbia.

CONCIMAZIONE
per assicurarsi una fioritura copiosa e costante è buona norma ogni 15/20 giorni da marzo a ottobre dare un fertilizzante ricco di potassio.
Non è necessaria, basta eliminare i fiori essiccati e i rami danneggiati per prolungare la fioritura.

CURIOSITÀ

Fu importata per la prima volta dal Brasile nel 1823 da un gruppo di botanici di Parigi. In poco tempo arrivò anche in Gran Bretagna e per mezzo di un noto giardiniere di Edimburgo, James Tweediw, vennero inviati alcuni esemplari al Giardino Botanico di Glasgow.

Per la sua significativa fioritura, la petunia nel linguaggio dei fiori odierno assume il significato di un amore impossibile da nascondere, una sorta di “necessaria confessione amorosa”.