Aperti dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con orario continuato
  • rettilandia
  • rettilandia

Passione rettili? Quale scegliere? Scopri i consigli!

Se hai deciso d’iniziare a prenderti cura di un rettile, devi indubbiamente sapere che si tratta di un impegno quotidiano piuttosto importante, come per qualsiasi animale che decidiamo di far entrare tra le nostre mura domestiche. Sei ancora indeciso e non hai le idee chiare? Scopri i nostri consigli.

Anzitutto non si tratta di animali di affezione. Non si può considerare un rettile, per quanto piccolo esso sia come un qualsiasi animale domestico. Non sarà come avere un gatto, un cane o un coniglio.

Tutti i rettili tendono ad avere grande paura e timore ogniqualvolta che il suo padrone si avvicinerà.

Nel caso dei sauri, comunemente Lucertole, se abituate ad essere accarezzate o prese in braccio possono chiudere gli occhi ma questo non significa che all'animale piace essere coccolato, molto più semplicemente si sente spaventato in virtù della nostra presenza e difatti chiude gli occhi per non vederci.

 Si tratta di animali che non amano il contatto fisico con noi umani, non si tratta di un animaletto da esibire ad amici e parenti come di solito avviene per un cucciolo di cane o gatto appena arrivato a casa.

Per evitare dei veri e propri problemi di stress dovuti all’eccesso di contatto fisico e alla manipolazione, nei momenti di pulizia del terrario e per qualsiasi altra occasione legata alla sua vita e alle sue necessità come ad esempio il trasporto in altro luogo, cambiamento di terrario, dargli del cibo, occorre fare attenzione a non determinare situazione di eccessivo spaesamento e turbamento che potrebbero traumatizzare in maniera significativa il vostro rettile.

 Attenzione anche alla loro dieta! Quasi tutti i rettili possiedono un'alimentazione basata esclusivamente su alcuni tipi di alimenti: piccoli mammiferi, volatili, pesci, insetti, molluschi e verdure. I primi tre sono, con alcune eccezioni, ad uso esclusivo degli ofidi. Gli ultimi tre sono tendenzialmente appropriati per i sauri. L'alimentazione inoltre sarà integrata dall'uso di multivitaminici e altri integratori usati per i rettili. Questi sono particolarmente indicati più per i sauri che per gli ofidi.

E’ molto importante scegliere il giusto Terrario!

La sistemazione del rettile è cruciale. L’animale infatti non può essere tenuto libero per casa come un cane o un gatto. Avrà bisogno di una teca perfettamente allestita, in modo da ricreare un ambiente adatto attraverso le giuste fonti di calore, come ad esempio delle lampade uva 20-50W a seconda della tipologia di animale.

Consideriamo inoltre che i rettili raggiungono, nella maggior parte dei casi, dimensioni ragguardevoli, a cui per altro il terrario va necessariamente scelto in modo adeguato per fare in modo che stiano bene.

Prima dell'acquisto è utile riflettere e pensare che una piccola iguana di 20 cm che vediamo in negozio specializzato, nell’arco di soli due anni crescerà tanto da diventare di circa 1 metro.

In genere, tra i rettili più richiesti da allevare in casa vi sono: l’iguana; la tartaruga e il camaleonte.

L’iguana è sicuramente un rettile bellissimo, ma è cruciale sapere che questo rettile ha bisogno di uno spazio adeguato per essere tenuta in casa, allestendo un terrario con una grandezza e un’altezza sufficienti. Al suo interno vanno inoltre posizionati uno o più tronchi per permetterle di arrampicarsi. Inoltre la tenere la temperatura e l’umidità devono essere ottimali e quotidianamente controllate. Mangia prevalentemente frutta, verdura, foglie e insetti.

 Tra i rettili più facili da allevare in casa rientrano anche le tartarughe.
Oltre alla denuncia da consuetudine prevista dalla legge è essenziale offrire a questi animaletti un habitat adeguato, altrimenti si rischia di ricevere delle sanzioni, accompagnate in alcuni casi anche dal sequestro degli esemplari di testuggine.

Infine, tra i rettili più voluti vi è il camaleonte. Anche in questo caso è essenziale ricreare un habitat ideale.
I camaleonti necessitano di un grado di umidità e una temperatura specifiche. L’illuminazione corretta si ottiene usando apposite lampade fluorescenti.
L’esposizione è fondamentale per l’attività metabolica del rettile nonché per l’assorbimento della vitamina D.