Aperti dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con orario continuato
  • gatto persiano
  • gatto persiano

Il gatto persiano

Il gatto persiano è l’emblema vivente della bellezza felina. Sedentario e pigro, ma molto affettuoso, si adatta perfettamente alla vita casalinga.

Secondo una leggenda, il Persiano sarebbe un discendente del gatto di Manul, un gatto selvatico che oggi occupa le montagne della Mongolia e del Tibet, da cui avrebbe ereditato il suo mantello lungo. Ma questa ipotesi è stata smentita nel 2007, quando uno studio ha reso inequivocabile quanto tutti i gatti domestici – Persiani inclusi – discendono dal gatto selvatico nord-africano.

Prendersi cura del gatto persiano

Il gatto persiano è il felino da compagnia per eccellenza. Il suo buon carattere lo rende adattabile a qualsiasi situazione domestica a patto che non lo si lasci troppo tempo da solo. Fa amicizia con tutti: bambini, anziani e anche altri animali domestici, cane compreso. La sua pelliccia, invece, richiede molte cure. Va infatti spazzolato quotidianamente: se trascurato, il manto genera molti nodi e la perdita di grandi quantità di pelo. Si comincia con il pettine a denti larghi e si prosegue con quello a denti stretti per i nodi più nascosti e difficili. Delicati anche gli occhi: lacrimano copiosamente e vanno puliti con un batuffolo di ovatta ogni mattina.

Il gatto Persiano è il felino da compagnia perfetto, grazie al suo carattere dolce e affettuoso. Si affeziona molto al suo padrone, tanto da sviluppare nei suoi confronti un attaccamento morboso. Questo micio socializza con facilità con tutti e si ambienta presto se ospitato in una nuova famiglia. Se in casa c’è anche un cane, tollera molto bene la sua presenza. Fa subito amicizia anche con gatti di razze diverse dalla sua. Non sopporta però i compagni di giochi troppo rumorosi – lui stesso non miagola molto – e tende, per questo motivo, a evitare i bambini troppo vivaci.

Quali sono le caratteristiche fisiche del gatto Persiano?

Il gatto Persiano si distingue per il suo pelo lungo e morbido come la seta. Ha la testa tonda, il musetto schiacciato e le guance paffute. Il corpo è muscoloso e le zampe corte e forti. Ha degli occhi grandi e tondi. Questa razza di gatto necessita di molte cure: occorre spazzolargli il pelo e pulirgli gli occhi quotidianamente.

Il mantello del Persiano gatto si presenta in innumerevoli varietà di colori e disegni: ce ne sono circa 200!
I colori più comuni sono quelli solidi (bianco, nero, blu, chocolate, lilac, rosso e crema), ma esistono anche i persiani tortie (con tonalità a squama di tartaruga), tabby, bicolor, parti-color, colourpoint, chinchilla, smoke ed exotic shorthair.

La salute del persiano

Esistono, comunque, due diverse varietà di gatto persiano: il “normotipo”, detto anche doll face (faccia di bambola), in cui il profilo è ancora sporgente rispetto agli occhi, e la varietà ipertipica in cui le caratteristiche tipiche del persiano, come il muso schiacciato, sono esasperate e potenzialmente problematiche per la salute del gatto.

“I felini con questo tipo di muso possono andare incontro a problemi respiratori o anche oculari. Meglio, quindi, preferire gatti più ‘normali’ senza privilegiare i soggetti con caratteristiche esasperate”, spiega la veterinaria Cinzia Cortelezzi. Il persiano ha le zampe corte e tozze e i piedi larghi e rotondi. Il suo muso è arrotondato e si presenta schiacciato, col naso infossato e con grandi occhi tondi molto colorati ed espressivi, le cui tonalità variano dall’arancio all’azzurro, al verde e al blu, con qualche eccezione per alcuni che possono avere un occhio arancio e uno blu. Ha orecchie piccole che ne caratterizzano l’espressione.

Alimentazione
Come regola generale per l’alimentazione del gatto è importante ricordare che il felino è un carnivoro e le sue fonti di alimentazione principali devono essere proteine di origine animale. Inoltre il gatto non beve grandi quantità d’acqua e la maggior parte dei liquidi che assimila li ricava dal cibo. Pertanto è necessaria un’alimentazione che includa sia cibo secco, che stimola la sete, sia cibo umido. I gatti a pelo lungo come il Persiano, infine, sono particolarmente soggetti alla formazione boli di pelo. Un’alimentazione specifica con estratto di malto e fibre vegetali, come Oasy Adult Hairball, è ideale per favorire un efficace effetto “trascinamento”, che aiuta a eliminare i boli di pelo attraverso l’apparato digerente.