Aperti dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con orario continuato
Piante & Fiori
Piante da interno

Spathyphyllum bingo cupido

  • spathiphyllum bingo cupido

Lo spatifillo fa parte della famiglia delle Araceae  e del genere Spathiphyllum , si tratta di una pianta sempreverde che proviene dall’America tropicale.

Lo Spathiphyllum noto con il nome comune di spatifillo è una pianta molto comune negli appartamenti, ha bei fiori ma anche belle foglie di una colorazione verde brillante.

Lo Spatifillo non ha  fusto, le sue foglie crescono da fusto perenne sotterraneo (rizoma) che funge da organo di riserva. Il rizoma ricorda una  radice, presenta gemme nella parte alta  e radici nella parte bassa. Queste ultime sono  gli organi di moltiplicazione della pianta.

Il fiore è protetto dalla spata, ossia da quella parte bianca spesso confusa per il fiore stesso.

Prezzo : 15,90€
TipologiaPiante fiorite
Vaso20
AcquaMedia esigenza
TemperaturaMedia temperatura
Codice160489
Rinvaso e cure

Il rinvaso dello Spathiphyllum è annuale. Si da durante la primavera con un terriccio composto da torba, sabbia e corteccia così  da renderlo  leggermente acido. Anno dopo anno si usa un vaso sempre leggermente più grande. Quando il vaso raggiunge i 20 cm di diametro allora si sostituiscono i primi 3 cm del terriccio

Concimazione

Lo Spatifillo va concimato regolarmente ogni due settimane dalla primavera all’autunno. Solo in inverno occorre sospendere le concimazioni

Il concime ideale è quello che contiene maggiore quantità  di potassio. Deve inoltre azoto , fosforo, ferro, manganese, rame , zinco , boro ,molibdeno.

 
Caratteristiche botaniche

La fioritura dello spatifillo è praticamente ininterrottamente tutto l’anno. Ma perché sia continua e abbondante è importante che si rispetto le condizioni ottimali per la pianta, in primis la temperatura.

Esposizione pianta

Lo Spatiphyllum ama temperature diurne di circa 20-25°C e notturne di circa 18 gradi. Il corretto rispetto delle temperature assicura una fioritura continua che parte dai mesi primaverili e perdura per tutto l’autunno. Ciò non toglie che la pianta sopporta anche temperature elevate purché non siano per periodi troppo lunghi e purché si sopperisca al calore con la dovuta umidità. Il discorso non vale per il freddo: la pianta non tollera temperature che scendono sotto i 15 gradi.

Irrigazione

Durante l’estate lo Spathiphyllum va innaffiato regolarmente e in modo abbondante, occorre accertarsi che la terra sia sempre umida. Durane l’inverno le annaffiature devono essere appena sufficienti da mantenere il composto appena umido.