Aperti dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con orario continuato
  • 1
  • 1

Piante da interno: come prendersene cura

Non hai un giardino ma vuoi comunque circondarti di piante e fiori? Allora le piante da appartamento fanno esattamente al caso tuo!

Le piante possono diventare elementi di arredo, valorizzano la tua casa e rendono piacevole l’ambiente in cui vivi. Le piante da appartamento sono essenziali anche per chi ama lo stile di vita green infatti sono in grado di purificare l’aria che respiriamo.

Prendersi cura di una pianta può dare grandi soddisfazioni oltre che rilassare. Per poter garantire una buona salute alle tue piante da interno è necessario dedicargli un certo grado di attenzione.

Di seguito troverai dei consigli su come farlo:

LUCE: Le piante da interno hanno bisogno di parecchia luce ma non diretta. L’ideale sarebbe di esporle vicino ad una finestra con una tenda di modo che quest’ultima filtri la luce onde evitare che il raggi solari brucino le foglie.

 TEMPERATURA: La temperatura ideale è quella 20°, l’importante è di non esporle a temperature inferiori ai 10°, a correnti d’aria e a sbalzi termici.

 UMIDITÀ: Le piante di origine tropicale richiedono un livello di umidità che purtroppo non è possibile ottenere nelle nostre case. La soluzione migliore sarebbe quella di disporre questi tipi di piante vicino ad un umidificatore oppure mettendo dei sottovasi dell’argilla imbevuta d’acqua che, evaporando, crea umidità intorno alle piante.

 ACQUA: Non bisogna annaffiarle troppo spesso soprattutto nel caso delle piante grasse. Nella stagione invernale si innaffiano meno spesso ma sempre in modo regolare. Sarebbe ancora meglio non dare dell’acqua calcarea alle piante: volendo si può evitare di sprecare l’acqua dei deumidificatori o raccogliere quella piovana. Per evitare il ristagno che minaccia di far marcire le radici bisogna svuotare il vaso dopo circo un’ora da averla innaffiata.

 FERTILIZZANTE: Bisogna somministrarlo in modo regolare, tra marzo e ottobre: ogni 15 giorni se si possiede un fertilizzante liquido, diluendolo con dell’acqua. Se si ha in possesso un fertilizzante a rilascio graduale, esso andrebbe somministrato ogni 4 mesi. Generalmente quello più indicato è quello per le piante verdi.

PULIZIA: Un’altra osa fondamentale che puoi fare è quella di eliminare i rami rotti, foglie secche e fiori appassiti. Utilizza delle cesoie apposite se possibile. In questo modo cresceranno più forti e più sane. Inoltre, è necessario pulire le piante dalla polvere, perché la polvere che si deposita sulle foglie impedisce il passaggio della luce.

RINVASO: Il rinvaso è necessario per rinnovare il terriccio. Scegli un vaso di 3 cm più grande di quello precedente. Questa operazione è necessario farla preferibilmente a fine inverno verso marzo. Prima di rinvasare è necessario ricordarsi di non concimare per un mese.